sabato 25 giugno 2011

Torta Sweet Ilary



Da tempo nutro profonda stima ed ammirazione per l’arte del maestro
Giovanni Pina, trovo che il suo libro “Dolci-manuale pratico di pasticceria”,
sia uno dei migliori libri di cucina tra quelli in mio possesso.
   E’ un libro completo, spiegato nei minimi dettagli in modo semplice ed accurato!

Non posso però fare a meno di essere leggermente indispettita nel pubblicare questo post!
 Ho fatto questo torta due volte nell’arco della settimana, la prima volta ho
voluto sperimentare una piccola modifica nella struttura sostituendo la panna
che la ricopre con una miscela di crema pasticcera e panna montata….il sapore
era risultato perfetto però in questo modo l' avevo “appesantita” e la mia
conclusione era stata che non mi aveva soddisfatta totalmente.

 Poi qualche giorno fa, in previsione dell’arrivo di due ospiti a cena, ho
voluto rifare il dolce di Pina , questa volta però riproducendolo fedelmente!
 I miei commensali lo hanno talmente gradito che a fine serata il vassoio era
vuoto ed io non ho potuto fotografarne l’interno!
 Ovviamente sono stata felicissima che la torta sia stata cosi tanto
apprezzata, senza riuscire però a non provare un po’ di rammarico per non
averla potuta fotografare!

 ….quindi perdonerete se posto le foto del dolce preparato la seconda volta e
la fetta di quello fatto la prima volta! 





Forse potrà sembravi una preparazione un po’ laboriosa, credetemi, non lo è affatto!

 Potrete preparare il pan di spagna e la meringa il giorno prima…e volendo
anche la crema pasticcera.
 Il giorno dopo dovrete soltanto montare la panna e comporre il dolce!

 Le quantità indicate nel libro sono per la preparazione di due torte, io ne ho
ricavato una dimezzando le dosi.
 
La ricetta: liberamente tratta dal libro di Giovanni Pina " Dolci-manuale pratico di pasticceria"

" Torta Sweet Ilary"

Meringa da cuocere:
Zucchero 115 g
Albume 37,5 g


Montare l'albume con lo zucchero aggiungendolo in 2 volte fino a che il composto appare sodo e compatto.
Utilizzando una sac a poche munita di bocchetta liscia del diam. di 5 mm, formare su una teglia rivestita di carta forno un disco del diam. di 20 cm.

Stendere, o formare dei ciufetti, l'impasto rimanente e cuocere in forno statico preriscaldato a 130° per 80 minuti lasciando lo sportello semiaperto circa 10 cm,  

Pan di spagna:
Zucchero 75 g
Uova intere 75 g
Tuorlo 45 g
Farina 00 67 g
Fecola di patate 13 g

In planetaria montare le uova intere e lo zucchero fino a che la massa si presenterà ferma e spumosa.
Aggiungere il tuorlo continuando a mescolare ad alta velocità.
Spegnere la macchina e a mano, con una spatola, incoporare delicatamente la farina e la fecola precedentemente setacciate.
Versare il composto in una teglia rotonda di 20 cm di diam., e cuocere per circa 20 minuti ad una temperatura di 180°.
Appena cotto, sformare il pan di spagna e lasciarlo raffreddare su un foglio di carta forno.

Fragole semicandite con limone e zucchero :
Fragole 200 g
Zucchero 50 g
Succo di limone 25 g

Tagliare le fragole a fettine sottili, disporle in un contenitore con il fondo piatto.
Aggiungere lo zucchero e il succo di limone mescolando delicatamente.
Coprire il contenitore con pellicola per alimenti e trasferire in frigo lasciando riposare per tutta la notte.

Occorrono inoltre:
Panna da montare g 300
Zucchero 25 g
Crema pasticcera 200 g


Montaggio del dolce:

Disporre il disco di meringa su un piano di lavoro coperto con carta forno.
Con l'aiuto di una sac a poche munita di beccuccio liscio di 5 mm, coprire la meringa con uno strato
di panna montata.



Incidere il pan di spagna lungo tutto il bordo fino ad ottenere un diam. di 16 cm.
Scolare le fragole ed utilizzare il loro succo per bagnare il disco di pan di spagna da ambo i lati.
Adagiarlo sullo strato di panna montata.



Utilizzando di nuovo la sac a poche con il beccuccio liscio di 5 mm, formare uno strato con la crema pasticcera e depositarvi sopra le fragole ben scolate.




Utilizzando di nuovo il sacchetto, rivestire tutta la torta con la panna montata formando una cupola.

Lisciare con la spatola la superficie della torta in modo da ottenere una mezza sfera e lasciare
raffreddare in congelatore per un'ora.

Trascorso il tempo, decorare il dolce con la meringa avanzata ridotta in briciole ricoprendolo interamente, con uno sbuffo di panna montata sulla sommità della cupola e con fragole fresche.
Trasferire la torta, compresa la carta forno, sul piatto di portata.
Con un coltellino affilatissimo incidere lungo il bordo della torta ed eliminare la parte di carta forno
in eccedenza.
Trasferire in frigorifero fino al momento di servire.




                                                                                    

                                                                                                             




 

                                                                             

















8 commenti:

  1. concordo su tutta la linea. Pensa che tengo quel libro sul comodino :-)
    lunedì pubblico anch'io una ricetta di Pina e penso che ce ne saranno altre: ha un modo unico di spiegare le cose - semplice, si può dire? ;-)- e i suoi dolci, anche quelli più elaborati, riescono sempre.
    Mi associo anche al rammarico, perchè so cosa significa.... e mi sembra quasi una maledizione, com'è che le ricette migliori non vengono mai fotografate?
    La tua torta, comunque, è uno spettacolo e tu sei sempre più brava
    ciao
    ale

    RispondiElimina
  2. Esecuzione e descrizione magistrale.
    Grazie Susy :*

    RispondiElimina
  3. Ciao, piacere di conoscerti...complimenti per questo bellissimo e buonissimo dolce....e per il blog che da oggi seguo!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  4. Grazie Letizia e benvenuta! :)

    RispondiElimina
  5. Una gran bella ricetta!Ma il il PDS era cotto in una semisfera per zuccotto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Eli, è scritto tutto nel procedimento! ;-)

      Elimina